I 5 Plugin WordPress che non possono mancare nel tuo sito

Se hai un sito WordPress, non puoi di certo farti mancare i plugin essenziali e di vitale importanza per il tuo business o attività.

Dopo aver testato per anni il CMS open source in questione, sono giunto ad una conclusione, e tirando le somme posso contare sulle dita di una mano quali sono i 5 migliori plugin WordPress gratuiti.

Lista dei migliori plugin wordpress gratuiti

wp fastest cache

WP Fastest Cache

Quando si parla di ottimizzazione per i motori di ricerca ed utenti, non parliamo soltanto di SEO o UX, ma anche di performance delle pagine web.

Google e non solo, negli ultimi anni è diventato sempre più intelligente ed esigente, privilegiando sempre di più il concetto di “soddisfazione utente”. Questo concetto è assimilabile non solo per i contenuti ed altre risorse, bensì per la velocità con la quale viene caricata una pagina web.

Molto semplicemente quando un utente digita una query su Google, non solo si aspetta la risposta esatta, ma anche che questa gli venga in aiuto nel minor tempo possibile, inteso come tempo.

Ottimizzare le performance, significa ridurre i tempi di caricamento delle pagine web, sia che essi contengano contenuti comprensibili (testi, immagini, video), sia che si parli di file complementari essenziali quali javascript, iframe, css etc.

Sito lento = perdita di visitatori, pessima esperienza utente e pessima vista agli occhi dei motori di ricerca.

Dopo aver testato una miriade di plugin di caching come i gettonati e comunque validi wp total cache, wp super cache ed autoptimize, il plugin WP Fastest Cache è l’unico plugin in grado di far schizzare al massimo (o quasi) il tuo sito web.

Il plugin accorpa tutte le funzionalità necessarie per comprimere ogni tipologia di risorsa, immagini compresse incluse e ha la possibilità di integrare una CDN, in modo da alleggerire il carico delle risorse in maniera asincrona ed esterna al tuo sito.

È scaricabile ed utilizzabile gratuitamente, anche se c’è una versione premium che ti consiglio assolutamente di provare in caso di estreme necessità. Ad esempio se hai un sito ecommerce oppure un sito/blog abbastanza complesso.

La versione premium di permette di settare completamente le varie funzionalità, tra cui quella di poter dividere e gestire correttamente la versione mobile e quella desktop, evitando possibili conflitti di caching.

Lavora benissimo con qualsiasi tema e si integra alla perfezione (consigliato) con il caching lato server, nel caso tu abbia un cPanel a disposizione.

Voto 9.5/10

yoast seo

Yoast SEO

Un sito senza ottimizzazioni adeguate, non ha senso di esistere. Ma attenti a Yoast e vari plugin SEO. Non si diventa esperti con un plugin, e soprattutto non è cosi semplice come si possa pensare.

Ho visto commettere errori banali e immani anche a colleghi ed esperti di settore. Di errori però ne ho commessi anche io negli anni passati, prima arrivare di studiare maniacalmente il plugin in ogni sua forma, e riuscare settarlo a seconda dei casi in maniera cruciale.

Settare Yoast SEO correttamente, anzi mi verrebbe da dire in maniera “seriale“, ti permette di portare il tuo business ad un livello superiore e di aiutare i motori di ricerca a comprendere, quindi a scansionare ed indicizzare bene il tuo sito web.

Il plugin fondato da Joost de Valk conta oltre 5 milioni di installazioni attive nel mondo, è gratuito e rapido da configurare in maniera basica. Ha inoltre degli add-on premium extra acquistabili, come la sezione di riferimento alla local SEO etc.

Occhio a non guardare molto il semaforo e perdere di vista l’obiettivo!

Voto 10/10

wordfence security

Wordfence

Il Re della sicurezza di siti WordPress! 

Qualsiasi sito web (in questo caso realizzato su piattaforma wordpress) deve includere almeno un plugin per la gestione della sicurezza. La piattaforma inventata dal mitico Matt Mullenweg è la più utilizzata al mondo da blogger, professionisti e appassionati.

E proprio per questo, è costantemente sotto attacco da hacker che in continuazione tentano di raggirare il CMS con diverse tecniche tra cui gli attacchi DoS, con l’obiettivo di rubare dati personali, fare danni al sito web e in alcuni casi chiedere riscatti.

Insomma, ciò che ogni titolare di un sito WP non vorrebbe mai ritrovarsi davanti ai propri occhi.

Per ovviare al problema, anche se non del tutto, esistono anche in questo caso decine di plugin validi come ithemes security e all in WP security, ma il migliore per completezza e affidabilità è Wordfence Security. Anche questo plugin però, ha delle funzionalità extra avanzate a pagamento, acquistando una versione premium.

Anche nella versione free (può bastare nel 80% dei casi), le funzionalità che offre non mancano. Ti consiglio di inserire la tua mail nei settaggi di notifiche, per ricevere periodicamente le news su eventi hacker e sul mondo della sicurezza in WP, e non solo.

Potrai cosi ricevere una mail ogni qualvolta un utente, te compreso, accederà alla piattaforma, con tanto di IP e altri dati di provenienza dell’utente.

A proposito di accesso al backend, se vuoi raggiungere il massimo dalla sicurezza del tuo sito e dormire sonni tranquilli, non dimenticarti di cambiare l’URL login, quello che di default ha lo slug “wp-admin”.

Ultimo consiglio, non settare mai la username con “admin” o nomi banali. Stesso discorso che vale per la password!

Provalo subito e metti il lucchetto alla tua sicurezza!

Voto 9/10

contact form 7

Contact Form 7

Un plugin semplice, funzionale e al contempo zeppo di impostazioni e possibilità di personalizzazioni.

Stiamo parlando di contact form 7, un plugin o meglio il plugin dei plugin per l’integrazione di un form contatti del sito.

Se hai bisogno di un modulo di contatti funzionante e semplice da configurare, non puoi fartelo mancare.

Una cosa figa che offre questo plugin è la possibilità di installare degli addon molto utili, come l’integrazione di un redirect URL ad una thank you page, un database integrato nel backend, un modulo paypal e tanto ma tanto altro!

Inoltre se hai un minimo di competenze html e css, puoi personalizzarlo al millimetro. Vedi come abbiamo configurato il nostro da qui.

Voto 10/10

redirection plugin

Redirection

Redirection, se usato bene (può funzionare con l’ausilio dell’ottimo broken link checker) può fare la differenza in ambito SEO! Questo plugin si occupa di analizzare e gestire mediante redirect, cioè reindirizzamenti specifici, gli URL / i link rotti.

Per quanto possa sembrare una banalità, in realtà non lo è. Al contrario, capita spessissimo che aggiornando un post, una pagina o tassonomia già pubblicata e indicizzata ti vada in 404.

Se nel tuo Google Search Console dovessi trovare errori, se in Google Analytics o simili dovessi accorgerti dei cali di traffico non trascurare questo aspetto.

Non può mancare nel tuo WP!

Voto 9/10

Questa mini corazzata di plugin è di vitale importanza per ogni sito/progetto realizzato su WordPress, a prescindere dai servizi o prodotti che offre, a prescindere dal tipo di business, restano dei plugin necessari.

Extra plugins da provare

Jetpack, Akismet, Disqus, ShareThis, Mailchimp.