SEO per E-commerce: tutto quello che c’è da sapere

La Search Engine Optimization (SEO), indica l’insieme di tutti quei processi informatici volti a migliorare sensibilmente la natura di un determinato sito internet e il suo relativo posizionamento all’interno dei motori di ricerca.

Per tale ragione, i titolari di un preciso business presente sul web dovrebbero in ogni caso focalizzare la propria attenzione sulle attività quotidiane in rete, adottando un’adeguata strategia di marketing per ottimizzare i profitti ed alimentare qualsivoglia aspettativa di guadagno in prospettiva futura.

La SEO rappresenta per i professionisti del settore un’occasione strategica da curare nei dettagli, al solo scopo di migliorare il posizionamento di un determinato contenuto web all’interno dei motori di ricerca più diffusi in rete, come Google, Bing, Yahoo, etc.

Generalmente, chi si occupa di sviluppare un sito web tenendo conto anche delle prerogative SEO, percorre ogni giorno strade nuove  atte a garantire alla potenziale utenza responsabile di traffico internet, un’esperienza di navigazione efficace sotto tutti i punti di vista.

La SEO per gli Ecommerce

Il titolare di un business online, in special modo colui il quale ha investito un importante quantitativo di risorse finanziarie per inaugurare un e-commerce di proprietà, deve avere a cuore ogni singola prerogativa seo per gli ecommerce che prenda in esame un’adeguata prospettiva futura da auspicare per il bene dell’attività svolta in rete.

Per questo motivo, si è soliti credere che una buona strategia di comunicazione per il proprio sito, indicata il più delle volte mediante l’appellativo SEO marketing, sia insita nella creazione prima e nella promozione poi di contenuti che abbiano lo scopo di illustrare agli utenti qualsiasi tipo di contenuto funzionale al traffico sul proprio sito web.

  • Creando e promuovendo allo stesso tempo dei contenuti di qualità, si può essere sicuri di godere appieno di un adeguato sviluppo della piattaforma, destinata in seguito ad essere apprezzata non solo dagli utenti che navigano in rete, ma anche dai motori di ricerca che sono visti come dei veri e propri enormi contenitori online capaci di catturare l’attenzione di milioni e milioni di utenti attivi su internet.
  • Anche la promozione dei contenuti che il titolare di un’attività commerciale dovrebbe attuare fin da subito per aumentare le proprie possibilità di guadagno, deve essere compiuta con la massima cura dei particolari.
  • Tutto ciò che si realizza per una determinata piattaforma deve essere sviluppato in modo tale da consentire agli utenti di poter attivare validi strumenti di condivisione, mettendo in pratica allo stesso tempo una buona strategia di successo per l’accrescimento del business.

Qualora la promozione dei contenuti sia accompagnata da una buona strategia SEO, si alza di molto la probabilità che anche il motore di ricerca individui il determinato ecommerce online come uno dei siti maggiormente attendibili che la rete possa ospitare insieme ad altri portali.

Chi non possiede un’adeguata dimestichezza nell’utilizzo dei suddetti mezzi informatici, può decidere di affidarsi a piattaforme esterne o persone competenti (dette SEO specialist) in grado di assumersi la responsabilità di guidare l’utente, passo dopo passo, verso l’adozione di tutte le strategia valide che possano migliorare il potenziale tecnico del portale online.

Ecommerce e SEO per Magento

Una delle alternative possibili che il titolare di un e-commerce online può tenere saldamente in considerazione è quella legata all’ottimizzazione SEO utilizzando “Magento”.

Si tratta di un buon metodo automatizzato in grado di garantire una visibilità sempre maggiore dei propri contenuti all’interno dei motori di ricerca conosciuti su internet.

Come accade questo?

Semplicemente tramite un meccanismo innescato da persone esperte nel settore, che prende in esame la Search Engine Optimization come prerogativa indispensabile per uno sviluppo potenziale delle piattaforme presenti su internet. Il semplice fatto di permettere a queste ultime di posizionarsi ai primi posti all’interno dei motori di ricerca, equivale a garantire al titolare di un brand, di un magazzino virtuale o di un business che abbia il preciso scopo di occupare in futuro una posizione di grande rilievo rispetto ai vari competitors, il raggiungimento dei parametri di visibilità tanto ambiti nel tempo.

Le procedure utili per ottimizzare il sito web con Magento

Dopo aver installato Magento, si può mettere in pratica l’esecuzione delle procedure che sono alla base di una migliore ottimizzazione dell’e-commerce sul motore di ricerca predefinito. Si procede, quindi, con l’abilitazione URL-writer direttamente all’interno del pannello di ottimizzazione, tramite i comandi: “sistema, configurazione, web, Search Engine Optimization.”

Successivamente, è doveroso da parte di chi si occupa di eseguire il processo informatico, proseguire all’ottimizzazione dei metatag, del template e della velocità della piattaforma.

Metatag

Organizzare i metatag (visti come elementi indispensabili utilizzati dai motori di ricerca per attribuire una posizione di rilievo ad una determinata piattaforma in rete), significa curare nei minimi particolari il titolo (<title>) e la descrizione dei vari contenuti che il portale contiene (<meta name=”description” … >).

Ottimizzare template e velocità di caricamento delle pagine

In ultimo, si può pensare, di ottimizzare il template e la velocità relativa al caricamento delle pagine presenti all’interno di un negozio virtuale.

Alla base di un adeguato processo di miglioramento del template esiste, dunque, l’adozione di alcuni temi grafici particolari da attribuire alla maschera principale del sito, in modo che possa essere correttamente visualizzata dall’utente durante la navigazione.

Utilizzare ad esempio il tag h1, seguito dai tag h2, h3, etc, equivale a dotare la piattaforma di una strategia di impaginazione perfetta sotto il profilo tecnico.

Infine, per garantire al portale di poter ambire ad un adeguato posizionamento all’interno dei motori di ricerca, è bene impostare i contenuti presenti sul sito web in modo che possano essere visualizzati dall’utenza nella maniera più lineare possibile.

Una piattaforma che carica le pagine in maniera lenta e macchinosa allontana sicuramente gli utenti da quella che è una semplice navigazione in rete.

Ecommerce e SEO per Prestashop

Altri imprenditori, infine, hanno deciso di affidare già da diverso tempo la gestione del proprio sito web a piattaforme ancora più rapide ed esaustive a quelle ben note tra gli utenti in rete, ovvero Prestashop e WordPress.

Entrambi le piattaforme si possono riassumere altrettanto positivamente per la possibilità che ha l’utente, di personalizzare il proprio e-commerce online in maniera automatica, tramite dei template predefiniti, moduli e strategie di impaginazione in tempo reale, da poter adottare per migliorare fin da subito i parametri di visibilità del proprio negozio su internet.

Grazie a metodi come questo, chi vuole far crescere il proprio business in rete può gestire la sua attività in maniera quasi del tutto autonoma, attraendo un traffico di visitatori sempre più cospicuo nel tempo e godendo della possibilità di poter vendere i propri prodotti sia in ambito nazionale che internazionale.

Buone basi da cui partire per ottimizzare il proprio shop online

Per costruire un proprio sito internet di vendita online, in grado di attirare non solo visitatori qualificati ma guidando quest’ultimi verso il nostro ed unico scopo finale, cioè la vendita, tocca non solo studiarsi la strategia, ma è necessario definire un business plan e calcolo del ROI (dopo un lasso di tempo che può cambiare a seconda delle esigenze dell’utente e del mercato).

Per esempio:

Se abbiamo intenzione di vendere 100 paia di scarpe diverse, quindi potenzialmente 100 prodotti, dovremmo basarci non solo su come hanno lavorato i competitors dal punto di vista strutturale e funzionale (sia lato tecnico che di marketing), ma dovremmo anche tenere conto di quale piattaforma e di quali figure avremmo bisogno per farci seguire attentamente.

Chi ben comincia è a metá dell’opera.

Il secondo step (successivo alle fasi sopra descritte), è quello di definire la struttura grafica, del menu, e la predisposizione delle schede prodotto.

Errori comuni (non elencati in ordine di importanza)

  • Vendita di 1000 prodotti su di un sito sviluppato in Woocommerce;
  • Schede prodotti vuote, duplicate tra loro, copiate dai competitors, non veritiere in corrispondenza del prodotto in questione;
  • Pagine web duplicate, vuote o scarne di contenuti di qualità – mancanza dei rel=”canonical”;
  • Immagini pesanti, non compresse, non ottimizzate lato SEO;
  • Mancanza di keyword Research Efficace;
  • Multilingue senza gestione degli opportuni tag “hreflang”
  • Assenza di un Blog
  • Mancanza di utilizzo adeguato dei Social
  • Mancanza di link interni
  • Title tag, meta description, markup semantici, h1, h2, h3 – assenti, duplicati o privi di logica;
  • Mancata installazione del tag analytics di Google;
  • Mancata installazione, verifica e gestione del portale nella Search Console di Google;
  • Pensare di posizionarsi senza fare link building e senza contenuti di qualità, senza avere costanza
  • Il titolare delega il lavoro di webmaster e SEO ad una sola figura, nella maggior parte delle volte al webmaster privo di conoscenze SEO, o più frequentemente ancora al grafico tuttofare. Al “cuggino”.

Se hai bisogno di una consulenza o preventivo circa la realizzazione di un ecommerce ottimizzato SEO, contattaci.

Vuoi far decollare o migliorare il tuo business online?

RICHIEDI PREVENTIVO GRATUITO